Amuzant Generale Il primo appuntamento (visto da Lui)

Il primo appuntamento (visto da Lui)



Visto che siamo circondati da film e libri che ci descrivono l’amore, dalla mia esperienza personale vorrei cercare di regalare le emozioni che si provano, quando s’incontra la persona che ci fa tremare il cuore, perché anche noi ragazzi abbiamo una sensibilità e non c’è niente di più bello che mettere in mostra i nostri sentimenti.

Ci accorgiamo di lei, per noi è la ragazza più bella al mondo, solo un suo sorriso riesce a farci stare meglio per il resto della giornata e magari non immaginiamo neanche che in quel momento lei sta provando le nostre stesse sensazioni, l’amore è così: imprevedibile.

Grazie a qualche amico in comune riusciamo a conoscerla, ci presentiamo e sembra incredibile non riuscire a pronunciare neanche una parola tranne il nostro nome, lei ride divertita, ha già capito tutto.Passano i giorni, qualche parola in più, un messaggino accattivante, insomma lei tenta di fargli capire in ogni modo che la devi invitare ad uscire e lui non riesce a trovare le parole giuste per farlo, anche se è la cosa che più desidera al mondo, forse per paura di sbagliare o di perderla.

Finalmente riesci ad invitarla e ti presenti mezzora prima per paura di arrivare tardi e perché addosso hai un’ansia terribile, mentre lei arriverà almeno un quarto d’ora dopo, perché le donne devono sempre far aspettare.

La vedi arrivare e ti sembra semplicemente perfetta, non ci credi che stai uscendo con lei e pensi già ai commenti invidiosi dei tuoi amici.
Lei è splendida, vorresti dirglielo, non ci riesci, abbassi la testa perché non hai il coraggio di guardarla negli occhi e accenni un timido ciao, mentre lei si avvicina per salutarti con un affettuoso abbraccio e darti il bacino sulla guancia.Allora decidi che forse è arrivato il momento di prendere in mano la situazione, sei o non sei l’uomo?

Aspetti il momento giusto, per avvinghiare la tua mano alla sua e lei ricambierà sicuramente con un sorriso sincero.Pensi a mille posti dove potresti portarla per stare da solo con lei, ma ognuno di questi posti ha minimo 3 difetti e allora le chiedi speranzoso: “dove vuoi andare?”

Lei vede la tua insicurezza come qualcosa di tenero (però la prossima volta pensaci prima dove portarla).
Finalmente pensi ad un posto dove potete stare soli, in testa ti passano mille pensieri e cerchi di improvvisare un discorso simpatico per farla ridere(il problema è che in quel momento ti vengono in mente solo le barzellette più brutte raccontate il giorno prima al bar con gli amici), vai in panico, non sai cosa dire e a volte il silenzio anche se stupendo può diventare imbarazzante.

Trovate una panchina libera, decidete di sedervi e iniziate a prendere confidenza, il fatto d’essere soli aiuta a sbloccarsi, parlate della scuola, degli amici e dei vostri aneddoti.
Oltre che bellissima la trovate anche simpatica e state molto bene a parlare con lei.

Cala di nuovo il silenzio ed arriva il dilemma della serata: la bacio o no?

È una questione di sensazioni, c’è il momento giusto, allora avvicinatevi lentamente a lei, abbracciatela e fatela sentire al sicuro, cercate i suoi occhi, quando lei ricambia lo sguardo, avvicinate le vostre labbra alle sue, chiudete gli occhi e baciatela delicatamente, ragazzi non abbiate paura di emozionarvi, liberatevi e sognate!
Mordetegli leggermente le labbra e staccatevi, datele un bacio sulla fronte, non c’è nulla di più dolce, riaccompagnatela a casa, ringraziatela per la serata stupenda e salutatela come si deve.

Tags: , ,